Assegnati a Reggio Emilia i Premi di Referendum Anafi 2017

La 58a Mostra mercato del Fumetto di Reggio si è svolta con il consueto afflusso di appassionati e collezionisti da tutta Italia. Molto apprezzata la mostra di Sergio Tisselli, alla presenza dell'autore e di Giovanni Romanini, con una galleria di copertine (nell'ambito del progetto L'Arte della copertina, progetto Regionale POLIMERO) molte delle quali in originale, grazie alla collaborazione e alla disponibilità del socio Anafi e grande collezionista Giuliano Arniani. Nel pomeriggio di sabato, si è svolta la cerimonia di consegna dei Premi, come segue.

PREMI DI REFERENDUM 2017

Fra i nominativi delle cinquine, a suo tempo sottoposte alla votazione dei soci da parte del Consiglio Direttivo Anafi, sono risultati più votati e pertanto vincenti:

1. Miglior disegnatore: Fabio Civitelli

2. Miglior sceneggiatore: Bepi Vigna

3. Miglior autore completo: Leo Ortolani

4. Miglior iniziativa editoriale: Collana Dino Battaglia – Nicola Pesce editore

5. Miglior volume: Sam Pezzo – Ed. Rizzoli Lizard

6. Miglior saggista: Alberto Becattini per Disney Comics – The whole story

PREMI DI GIURIA 2017

La Giuria (composta dai membri del Consiglio Direttivo Anafi, presieduto da Paolo Gallinari) ha ritenuto, in base alle relative motivazioni, di attribuire i seguenti premi:

Premio Rino Albertarelli (premia il figlio Ario)
[A un disegnatore esordiente affermatosi nel corso dell’anno precedente]

Per aver mantenuto, nel rispetto delle caratteristiche di un personaggio di culto quale Dylan Dog, il proprio segno, da sempre personale e oggi più che maturo, unito a una grande capacità di composizione della tavola dove tagli e inquadrature danno vigore, tensione e originalità al racconto, mantenendosi nel solco della più che tradizionale impostazione degli albi Bonelli, a Christopher Possenti

Premio Roberto Reali (premia la moglie Teresa)
[Per la valorizzazione della memoria storica del fumetto]

Per il suo lavoro instancabile in terra di Sicilia, attraverso il Museo del Fumetto Xanadu di S. Croce Camerina di propria ideazione e realizzazione, per la conservazione, catalogazione e messa a disposizione del proprio patrimonio di collezionista a favore di studiosi e ricercatori, e in particolare delle giovani generazioni, a Giuseppe Micciché

Premi speciali

Laddove in tanti, anche nel mondo del fumetto, utilizzano il web come semplice mezzo di propaganda o di amplificazione del proprio ego, per aver mantenuto alta, col suo blog Cartoonist Globale, l’attenzione sugli aspetti storici del fumetto, dedicando spazio a storie, personaggi, autori dimenticati, in una prospettiva di divulgazione culturale diffusa, a Luca Boschi

Per essere riuscito, nell’ambito delle sette edizioni finora organizzate, grazie all’entusiasmo e alla professionalità dei suoi componenti, a ideare mostre sul fumetto e incontri con autori ed editori che hanno ottenuto il gradimento del pubblico, riuscendo, inoltre, a mantenere nelle varie edizioni un livello qualitativo alto in un momento in cui la Nona Arte sembra essere divenuta, in eventi similari, meno importante rispetto ad altre forme di intrattenimento, Il Premio speciale va allo staff della manifestazione catanese Etna Comics

Nel ricordo di un Maestro che ha saputo percorrere, in oltre un quarantennio di attività, le tante professioni del fumetto, dall’esordio come disegnatore, alla partnership nello Studio Dami contribuendo a esportare in Europa i migliori autori del fumetto italiano e diventando lui stesso stimato editore e uno dei più importanti promotori dell’illustrazione moderna, e per l’indelebile ricordo della sua testata Kolosso, prodotta insieme ai maggiori autori dell’epoca,all’affettuosa memoria di Carlo Porciani (ritira il figlio Leone)

Immagine speculare di quello che fu il suo maestro, Magnus, per avere saputo, dopo varie collaborazioni con lo stesso quali Kriminal, Satanik, Alan Ford, La compagnia della forca, nonché la realizzazione di un Texone per la Bonelli per la quale oggi realizza Martin Mystère, crearsi uno stile preciso, personale e definito che lo ha portato – anche per la sua versatilità ad affrontare generi molto diversi tra loro quali l’horror, l’erotico, il disneyano e la grafica commerciale – ad essere a tutt’oggi uno degli autori più affidabili e ammirati nel mondo del fumetto, il Premio alla Carriera va al Maestro Giovanni Romanini

La galleria fotografica è a cura di Bruno Caporlingua.