Loading Posts...

Albo d’oro dei Premi ANAF – Anafi

Nel 1974, l’allora da poco costituita ANAF decide di istituire dei Premi, consultando i propri soci attraverso un apposito Referendum. Poiché in quel periodo la Mostra mercato del Fumetto dell’ANAF si teneva a Palazzo Re Enzo a Bologna, divenne naturale chiamarli Premio Nettuno, in onore del dio del mare che troneggia di fronte al Palazzo nel centro bolognese. Poi, come è noto, si dovette cambiare più volte location della Mostra a Bologna, che poi si spostò brevemente a Modena e infine a Reggio Emilia. Ma i Premi di Referendum ANAF, poi Anafi, anche se non si ispirano più al Nettuno, sono rimasti una tradizione che dura nel tempo, e che pian piano si è poi strutturata in maniera precisa, individuando delle categorie; una volta selezionate, in stile Oscar, le cinquine di candidati per ogni categoria, il Consiglio Direttivo dell’Associazione le sottopone al giudizio del soci tramite apposita scheda da votare. Le categorie attualmente sono sette (sei più la new entry del miglior copertinista):

  • miglior disegnatore
  • miglior soggettista/sceneggiatore
  • miglior autore completo
  • miglior copertinista (di una serie)
  • migliore iniziativa editoriale (serie, collana, rivista, ecc.)
  • miglior volume
  • miglior saggista

e sono riferite all’anno precedente a quello in cui vengono assegnate. Ai Premi di Referendum si sono poi via via aggiunti alcuni Premi di Giuria, assegnati direttamente dal Consiglio Direttivo Anafi in base a precise motivazioni. In fondo alla pagina, oltre la galleria fotografica storica, trovate (scaricabili in formato pdf) l’Albo d’Oro dei Premi ANAF (fino al 1991) e poi l’Albo d’Oro dei Premi Anafi (dal 1992 in avanti). Quanto al 2022, ecco di seguito i vincitori dei Premi.


PREMI DI REFERENDUM

  1. Miglior disegnatore: Ivo Milazzo
  2. Miglior sceneggiatore: Roberto Altariva
  3. Miglior autore completo: Silvia Ziche
  4. Miglior copertinista: Maurizio Dotti
  5. Miglior iniziativa editoriale: Ristampa Tex a striscia (Sergio Bonelli Editore)
  6. Miglior volume: Sergio Tisselli. Tra Bologna, l’Appennino e il West (NPE) su iniziativa di EMIL BANCA
  7. Miglior saggista: Giulio Cesare Cuccolini per La donna che ideò il Corriere dei Piccoli, Paola Lombroso Carrara (ComicOut)