Loading Posts...

Hugo Pratt e la Magica America

La straordinaria opera di “letteratura disegnata” – come lui la chiamava – di Hugo Pratt è ancora lungi dall’essere stata conosciuta per intero. L’attenzione della nostra Associazione alla sua opera è testimoniata ormai da molte pubblicazioni, sostanzialmente inedite in Italia e in Europa, che hanno visto la luce in questi ultimi anni grazie al lavoro di alcuni nostri soci e collaboratori, su tutti Roberto Reali (scomparso il 10 luglio 2008).
I titoli qui sotto descritti sono purtroppo attualmente tutti ESAURITI (salvo eventuali ritrovamenti, vedi il Catalogo arretrati nell’apposita sezione di questo sito), tranne quello qui sotto:

Nell’ottobre 2014 è uscito EL CACIQUE BLANCO, un inedito argentino di Alberto Ongaro e Hugo Pratt, 176 pagine in bn (copertina originale di Stefano Babini), ora in vendita a 25,00 euro. Da richiedere a info@amicidelfumetto.it.


Edizione esclusiva, uscita nell’aprile 2016, mai pubblicata finora in Europa, delle storie dell’atipico investigatore Ray Kitt, firmate da Oesterheld e Pratt. Si tratta del primo lavoro eseguito da Pratt in Argentina, nonché della prima collaborazione della fantastica coppia che ci ha dato capolavori come Sgt. Kirk e Ernie Pike. Le due brevi storie (Muerte entre las tumbas e El crimen de La Maldita), originariamente apparse in otto puntate da maggio a luglio 1951 sul settimanale Cinemisterio, sono narrate con una curiosa forma ibrida tra racconto e fumetto. Il volume è cartonato (32 pagine in bianco e nero), con copertina inedita di Giuseppe Camuncoli e introduzione di Gianni Brunoro).


L’ASSO DI PICCHE DALL’ARGENTINA – Il volume contiene ben quattro storie inedite dell’Asso di Picche, l’eroe mascherato di Faustinelli, Ongaro e Hugo Pratt, pubblicate solo in Argentina negli anni 1949-50 sulla rivista Salgari, col nome di As de Espadas; è inoltre corredato di un ampio apparato critico e informativo. Si tratta del quarto volume che l’Anafi pubblica con materiali inediti provenienti dalla miniera di storie prodotte per l’Argentina da Pratt e dalla colonia di autori italiani che migrarono a Buenos Aires negli anni Cinquanta alla corte dell’Editorial Abril di Cesare Civita. A cura di Gianni Brunoro e Paolo Gallinari, con storie di Alberto Ongaro e Hugo Pratt. Copertina di Stefano Babini, 216 pagine bn. Il volume era originariamente parte del programma sociale 2013.


SGT. KIRK – LA SETTA DEL COYOTE/IL CASTELLO DI TITLAN – Si tratta di un recupero rigorosamente filologico dovuto alle amorevoli cure di Roberto Reali, il quale aveva anche una grande passione per il restauro dei vecchi disegni sciupati dalla stampa. Vale a dire che di questi episodi – come del resto di molto altro materiale disegnato da Hugo Pratt – non esistono più gli originali. Reali aveva ormai acquisito una notevole perizia nel ripulire le scansioni ricavate dalle pubblicazioni, ciò che costituiva una grande passione del suo tempo libero. Molto del quale egli dedicava al recupero del fumetto argentino in generale, e in particolare a quello creato laggiù dagli italiani.
Dall’introduzione di Gianni Brunoro: “Per il fumetto, la data del gennaio 1953 segnava una piccola rivoluzione, però non ci fu nessuno che se ne accorgesse. E a dire il vero, nemmeno quindici anni dopo circa, a luglio del 1967, se ne ebbe una vera e propria consapevolezza. Benché, a dirla tutta, qualche cosa a quella data ormai si stesse muovendo. Ebbene, questa nostra edizione Anafi, un volume contenente due episodi della serie Il Sergente Kirk, segna a sua volta una piccola pietra miliare, lungo un cammino che ora sappiamo essere stato importante e significativo. Basterebbe analizzare il senso delle due date di cui sopra in relazione agli eventi fumettistici ad esse collegati…” Il volume era originariamente parte del programma sociale 2009.


LEGIONE STRANIERA – Dall’introduzione di Guillermo Edoardo Parker: “Non c’è dubbio che sia un bel risultato, per noi che apprezziamo incondizionatamente l’opera di Hugo Pratt, poter disporre della raccolta in volume di uno dei suoi lavori praticamente sconosciuti, dopo quasi 52 anni dalla sua prima pubblicazione, uscita nel settimanale Rayo Rojo della Editorial Abril, fra i mesi di febbraio e dicembre del 1954.L’opera si aggiunge all’elenco di lavori la cui prima pubblicazione ebbe luogo nella città di Buenos Aires, Argentina, una notevole parte dei quali non ebbe mai nuove edizioni o ristampe, e ciò magari ne permetterà una più ampia diffusione nel mondo.” Il volume era originariamente parte del programma sociale 2007.


MAGICA AMERICA – Hugo Pratt e non solo, l’apporto italiano al fumetto argentino del dopoguerra; finalmente disponibile per i soci e gli appassionati tutti di fumetto il volume che ha gettato una nuova luce sul periodo sudamericano degli autori italiani che migrarono al richiamo dell’Editorial Abril di Cesare Civita. Come ghiotta anticipazione, si può scaricare qui sotto il saggio introduttivo di Gianni Brunoro, “Il richiamo della pampa”.
Magica America ha vinto l’edizione 2005 del Premio Franco Fossati, Concorso Nazionale riservato alle opere di critica, storia e saggistica sul fumetto realizzate da autori italiani. Il volume era originariamente compreso nel programma sociale 2004


MOIRA – Pubblicato originariamente nell’ottobre del 1956, El diario de mi amiga n.42 racconta la storia della piccola irlandese Moira attraverso i disegni di Pratt e un testo di Michelle (pseudonimo rimasto ignoto). Questa rivista costituisce uno dei lavori più rari e di difficile reperimento del periodo argentino di Pratt. La rivista El diario de mi amiga fu pubblicata fra il 1953 e il 1958, e nelle sue storie settimanali presentava le storie di ragazzine di differenti epoche storiche in diverse zone del mondo.
Il fascicolo MOIRA, stampato su carta particolare per esaltare la delicatezza dei disegni a colori, è stato edito come Speciale della collana Ineditalia.